fbpx
sbiancamento-dentali-torino

Sbiancamento dentale

Con il passare del tempo il colore dei denti può cambiare, per l’avanzare dell’età, per il fumo o per l’assorbimento dei pigmenti di cibi e bevande.

Che cos’è lo sbiancamento dei denti? È una procedura che restituisce alla dentatura il candore iniziale, ripulendola da macchie e discromie accumulate nel tempo.

Il sorriso migliore è quello smagliante, senza macchie e senza timore alcuno di mostrarlo nel suo completo splendore.

Se i denti sono bianchi è ancora più bello sorridere e ciò ci fa sentire maggiormente a nostro agio nei rapporti con le altre persone. Allora perché privarci di farlo in tutta serenità?

Purtroppo, il passare del tempo, il fumo e i cibi sbagliati possono intaccare il candore dei nostri denti, facendoli ingiallire e provocando la comparsa di macchie antiestetiche, che ci inibisce davanti agli altri.

Riportarli al loro primordiale splendore non sarà difficile se ci affidiamo alle cure e alle tecniche di un centro specialistico come la clinica del Malvò a Torino.

Vediamo allora come funziona e cosa dobbiamo fare per riprenderci il candore del nostro sorriso più bello.

Come Funziona lo sbiancamento dei denti

Lo sbiancamento dei denti professionale può avvenire in più modi: meccanico, chimico o a led.

Lo sbiancamento meccanico avviene con l’utilizzo di un macchinario che, attraverso lo sfregamento dei denti, restituisce il loro bianco naturale.

Lo sbiancamento chimico, invece, si concretizza attraverso l’utilizzo di un concentrato di sostanze sbiancanti, talvolta amplificate anche con l’uso di sorgenti luminose come il laser.

Lo sbiancamento a led è simile al precedente, consiste in un trattamento che sfrutta la luce fredda per attivare in 20 minuti il primo step del processo di sbiancamento dentale.

Quest’ultimo è vivamente consigliato per i suoi indiscussi risultati, infatti ecco alcuni dei suoi vantaggi:

  • non danneggia lo smalto dentale
  • non danneggia la gengiva
  • può essere ripetuto ogni volta che si vuole
  • non genera nessuna sensibilità dentale
  • risultati sono visibili dalla prima sessione

Sbiancamento dei denti: i pro e i contro

I risultati della procedura di sbiancamento dei denti sono evidenti, anche se portano con sé delle contro indicazioni.

Tranne per il metodo a led, per tutti gli altri metodi l’effetto del trattamento potrebbe provocare una ipersensibilità gengivale e/o dell’intero cavo orale.

Per tale motivo, i dentisti specializzati utilizzano dei presidi protettivi da appoggiare sulle labbra e sulle gengive proprio per proteggerle dai raggi o dagli strumenti utilizzati per lo sbiancamento.

Questa protezione fa molto, ma potrebbe comunque succedere, sia durante il trattamento che nei giorni successivi, di sentire qualche fastidio soprattutto se si addentano cibi troppo freddi o troppo caldi.

Non preoccupatevi, però, perché questa fastidiosa sensazione andrà via nel giro di 24-48 ore, lasciandovi in bocca i benefici dello sbiancamento dentale.

Non è una pratica dolorosa ed è accessibile quasi a tutti.

Nonostante, però, non sia un trattamento particolarmente invasivo, si preferisce non applicarlo alle donne in gravidanza, perché non si conoscono ancora gli effetti che, nel caso della luce a led, potrebbe avere sul feto.

I pro di tale trattamento, è inutile dirlo, sono il ritrovato splendore dei denti senza ripercussioni sulla salute di questi e di tutto l’apparato orale.

E’ importante, ad ogni modo, rivolgersi sempre ad un centro di professionisti esperti per evitare spiacevoli conseguenze provocate dal “fai da te”.

A Torino, la Clinica del Malvò, effettua trattamenti di sbiancamento dei denti ad alta professionalità, dandovi la giusta consulenza per mantenerli poi bianchi nel tempo.

Quanto dura l’effetto dello sbiancamento dentale?

L’effetto dello sbiancamento dentale non è perenne, ma tende ad affievolirsi nel tempo. Trascorrono all’incirca 6-12 mesi dal trattamento prima che comincino nuovamente a ricomparire le discromie.

Come fare per prolungare il più possibile l’effetto dello sbiancamento dentale?

I nostri esperti della Clinica Malvò a Torino consigliano un’accurata igiene orale con una pulizia dentale fatta da uno specialista ogni 6-12 mesi.

La pulizia dei denti, quella quotidiana, per essere efficace deve avvenire, invece, almeno tre volte al giorno non solo attraverso un corretto uso dello spazzolino, ma anche con l’utilizzo del filo interdentale (una volta al giorno) e risciacqui con il collutorio (all’occorrenza).

Solo osservando le indispensabili regole di igiene e pulizia dentale è possibile prolungare per più tempo l’effetto dello sbiancamento.

La sola cura e igiene però non basta per mantenere bianchi e sani i nostri denti nel tempo. E’ importante osservare anche alcune regole sull’alimentazione. I cibi che contengono coloranti e le bevande gasate non favoriscono il prolungarsi dello sbiancamento.

Inoltre, i fumatori dovranno ridurre, se non eliminare, l’uso di sigarette perché la nicotina è un altro fattore responsabile della formazione di discromie, minando così l’effetto benefico del trattamento sbiancante.

Insomma, poche regole ma che aiutano a mantenere i denti sani e bianchi nel tempo, oltre ad essere benefiche per condurre una vita sana nel rispetto della propria salute.

Sbiancamento denti in una clinica specialistica a Torino

Non lasciate che il vostro sorriso perdi lucentezza e vigore nel tempo. Scegliete di mostrarvi nello splendore che solo un sorriso bianco può donarvi.

Affidatevi al trattamento sbiancante professionale della clinica del Malvò a Torino, che, grazie alle mani esperte dei medici competenti e alla giusta attrezzatura, vi ridoneranno il candore dei denti.