fbpx
Implantologia a carico immediato Torino

Implantologia a carico immediato

Grazie a questa soluzione il paziente può uscire dalla nostra clinica con i denti fissi sugli impianti appena posizionati nel giro di poche ore.

Subito dopo l’estrazione del dente viene effettuato il posizionamento immediato dell’impianto e contestualmente l’applicazione di una protesi provvisoria. Questa appare con il medesimo aspetto dei denti naturali.

Questo metodo permette la riabilitazione di arcate dentarie complete ed è utilizzabile anche per sostituire denti singoli o piccoli gruppi di denti, e consente al paziente di sorridere e parlare con serenità anche durante il periodo di guarigione.

Implantologia a carico immediato: cos’è

L’implantologia a carico immediato è quella tecnica che consente attraverso l’installazione di un impianto dentario, di avvitare nel giro di 24/48h nuovi denti fissi sugli impianti. Tale tecnica è veloce e permette di ritornare alla masticazione corretta senza aspettare i tempi di guarigione.

Impianto a carico immediato: pro e contro

I pro di questo tipo di procedimento sono da rintracciare nell’assoluta funzionalità dell’impianto che permette di ritrovare la corretta masticazione, oltre al valore estetico di avere una dentatura completa che non comprometta l’aspetto fisico.
I contro invece di tale applicazione, sono da rintracciare nei casi in cui il paziente abbia malattie che indeboliscano le ossa, come per esempio l’osteoporosi, e quindi anche quelle della mandibola, dove dovranno risiedere i perni in titano che reggono l’impianto. In tali casi infatti è fortemente sconsigliato l’impianto a carico diretto.

Impianti a carico immediato: rischi

Tra i rischi successivi all’utilizzo di impianti a carico immediato possono essere annoverati:
• la mancata osteointegrazione degli impianti
• la perimplantite, ossia un’infiammazione della zona gengivale limitrofa all’impianto, che può essere provocata anche da una scarsa igiene orale.

Implantologia a carico immediato con poco osso

Cosa succede nel caso in cui la quantità di osso a disposizione sia insufficiente?
In tali casi si provvede a intervenire preventivamente per ricostruire il tessuto osseo mancante.
Una volta che l’osso si è adeguatamente rigenerato si può procedere con un trattamento implantare di successo.