fbpx
All-on-four-impianti-dentali1

Implantologia a carico differito

Cos’è e a cosa serve

Come abbiamo accennato precedentemente, l’implantologia a carico differito, o convenzionale, è una tecnica chirurgica che prevede il posizionamento e il caricamento degli impianti dentali in fasi alterne, ovvero dopo un lasso di tempo che va dai 3 ai 6 mesi dall’inizio del trattamento.
Il trascorrere di questo lasso di tempo consente il verificarsi del processo di osseointegrazione degli impianti necessario per montare su di essi i denti mancanti, al fine di avere la necessaria stabilità per rendere quanto più possibile longeva e affidabile l’implantologia installata.
Questo metodo trova le sue origini negli anni ’70 grazie alle ricerche del medico svedese Brånemark e dei suoi allievi e ancora oggi è molto diffuso soprattutto nei casi di insufficienza della struttura ossea, come vedremo poi.